Sergio Scoppetta
filmmaker, fotografo e creativo italiano

 

Ciao, sono Sergio Scoppetta, docente universitario, filmmaker, fotografo e creativo italiano. Sono nato a Napoli nel 1985, l’anno della forte ondata di gelo, dell’ascesa di Madonna, dell’uscita in sala di Ritorno al Futuro e della pubblicazione di Super Mario Bros per Nintendo. Fin da piccolo ho sempre apprezzato la condivisione, attraverso i rapporti sociali e le varie forme d’arte. I miei genitori, intravedendo una certa verve comunicativa e creativa, mi iscrivono a un corso di formazione teatrale con la compagnia “Le Nuvole” diretta da Michele Monetta e Lina Salvatore. Esperienza illuminante per un bambino.

Al liceo scopro un’altra grande passione, la musica. Mia madre alle prese con i classici ardori di un liceale ribelle decide di iscrivermi al laboratorio musicale della Yamaha di Napoli, dove studio composizione e piano moderno conseguendo tre attestati con Elisabetta Serio (Pino Daniele, Z Star e Sarah Jane Morris per citare solo alcune delle sue collaborazioni), pianista formidabile e dall’animo sensibile. 

Altra figura significativa per la mia crescita personale e culturale, per la propagazione dei miei interessi e la continua sete di conoscenza è senza dubbio Marco Castoldi, in arte Morgan. Tutto nasce quasi per gioco; gestivo il sito non ufficiale dei Bluvertigo e attirato da quel calderone di suoni (new wave, rock e sperimentale) che proponeva la band brianzola alla fine degli anni 90, iniziai a frequentare i concerti e a impegnare Morgan con una miriade di domande. Erano gli albori del web, modem 56k e tante community ma la mia era costantemente tra le prime sette in Italia… così dal 2008 al 2011 mi fu chiesto di occuparmi dello sviluppo, della gestione e dell’amministrazione del sito ufficiale di Morgan, orbitando tra Monza e Milano.

Al termine dell’esperienza lavorativa con Morgan concludo il percorso di studi in Scienze della Comunicazione, laureandomi all’Università “Suor Orsola Benincasa” di Napoli e incentrando principalmente il mio cammino formativo tra cinema e comunicazione visiva. Durante gli studi della triennale incontro il professor Arturo Lando (Teorie e Tecniche della Comunicazione di Massa) che considero tutt’oggi un riferimento, grande amico e compagno di viaggio nel panorama didattico. 

Un laboratorio che reputo fondamentale per la mia formazione è “produzione cinematografica” del produttore Nicola Giuliano (premio Oscar per “La grande bellezza” di Paolo Sorrentino), abile e carismatico comunicatore. Ne consolido gli apprendimenti producendo alcuni piccoli cortometraggi e web series. Nel 2010 le prime tre puntate pilota della web serie “Backup” vengono analizzate in sede accademica dall’Università di Bologna durante il corso dedicato alla serialità della docente Paola Brembilla. Nel 2013 la Rai, diffonde a più riprese il mio cortometraggio “Molexter” inserendolo inoltre nel corpo della sigla del programma “Serial Webbers” in onda su Rai 4 in seconda serata.

Durante questi anni vanto una piccola partecipazione nei reparti di fotografia e produzione nel film del documentarista Carlo Alberto Pinelli “La storia di Cino – Il bambino che attraversò la montagna” prodotto da Paneikon in co- produzione francese (Takami).

Parallelamente inizio un percorso di studio in fotografia digitale e nel 2012 firmo gli scatti del duo Spinetti/Magoni in “Musica Nuda” presso il teatro Augusteo di Napoli. Successivamente nel 2013 mi occupo delle lezioni, dei workshop fotografici e della direzione artistica del laboratorio creativo “I love Moby Dick” di Napoli. Nel 2016 le mie fotografie vengono pubblicate da The Telegraph (versione web del noto quotidiano inglese) in uno speciale di Victoria Monk intitolato “After dark: night fishing in Maratea, Italy”.

Lungo il mio percorso professionale ho la fortuna di incontrare Laura Valente, una maestra dai mille talenti. Iniziano prestigiose collaborazioni: lo sviluppo di “dancingpost” un magazine tra Napoli e New York, il festival internazionale di videodanza “Coreografo Elettronico”, la comunicazione online della 43^ e della 44^ edizione di Positano Premia la Danza“Léonide Massine”, un documentario su Rudol’f Nureev presentato e diffuso nell’ambito di varie rassegne internazionali e l’omaggio al compositore Michael Nyman condiviso anche sulla pagina ufficiale dell’artista.

Dal 2017 mi occupo come regista della realizzazione tecnica dei format ANART Associazione Nazionale Autori radiotelevisivi e teatrali proiettati al Roma Fiction Fest e nello stesso anno (come ideatore) viene pubblicata e diffusa da Corriere del Mezzogiorno (Corriere TV) la prima webserie formativa italiana “Starwarp” conseguita attraverso la formazione sia teorica che pratica di studenti universitari.

Proseguono l’esperienze di regia: la realizzazione per Fondazione Polis del documentario “Giancarlo Siani 32 anni dopo:per non dimenticare” (2017) proiettato al PAN Palazzo della Arti di Napoli; la puntata pilota del format “SPIRITI GUIDA IV – Tommaso Campanella” (2018) con la partecipazione di Roberto De Francesco; il cortometraggio “OpenSpace” (2018) proiettato al cinema Hart di Napoli in occasione di “Amori sfigati” di Chiara Rapaccini; la clip ufficiale di “MAI PIU’ SOLA” (2019) con madrina Emma Marrone per il Museo Madre in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne; “I Percorsi della Croce” (2020) aiuto regia di G.Pannone e montatore; la regia live del “premio Bper Banca” (2020) con Toni Servillo e Angelo Curti; l’Officina del Cinema con il corto “Francesca” (2021) con Ernesto Mahieux e monitorato da Rai Scuola; lo spot ufficiale dell’Università Suor Orsola Benincasa (2021) e tante altre stimolanti collaborazioni.

Dal 2018 collaboro con Corriere del Mezzogiorno e Corriere della Sera in veste di Direttore di produzione e regista per il talk “Casa Corriere”. Tra gli ospiti delle varie edizioni condottate dal Direttore Enzo d’Errico: Aurelio de Laurentiis, Edoardo Bennato, Claudio Cupellini, Cristina Donadio, Maurizio de Giovanni, Mario Martone, Luciano Stella, Solis String Quartet e Toni Servillo, per citarne alcuni.

Oggi insegno “Tecniche di ripresa” al Master di primo livello in Cinema e Televisione di Napoli e mi occupo del laboratorio di “Ripresa e montaggio per il cinema” al secondo anno della laurea triennale in Scienze della Comunicazione.